Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

venerdì 18 gennaio 2008

Un bel racconto.


Qualche hanno orsono mi è capitato di leggere un bel romanzo di Paulo Coelho : Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto . Di seguito vi riporto un brano del libro che mi ha profondamente colpito.

"Un missionario spagnolo stava visitando un'isola quando incontrò tre sacerdoti aztechi. "Come pregate ?" domandò loro." Abbiamo una sola preghiera . Diciamo : ' Dio tu sei tre noi siamo tre abbi pietà di noi" "Una bella preghiera" disse il missionario " ma non è esattamente il tipo di preghiera che Dio possa ascoltare . Ve ne insegnerò una migliore". E il prete insegnò loro una preghiera cattolica.
Anni dopo si trovò a passare di nuovo per quell'isola . Dalla tolda della nave vide i tre sacerdoti sulla spiaggia e li salutò. In quel momento i tre cominciarono a camminare sulle acque verso di lui. " padre !padre! " chiamò uno. " Insegnaci di nuovo la preghiera ascoltata da Dio perché non abbiamo saputo ricordarla". "Non importa " disse il missionario assistendo al miracolo. E chiese perdono a Dio per non aver capito prima che il Signore parlava tutte le lingue. "

Nessun commento: