Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

mercoledì 20 febbraio 2008

Le 12 fatiche di Walter.


Ho avuto modo di leggere i dodici punti programmatici di Walter Veltroni che sintetizzano la sua strategia per cambiare l'Italia . A parte il fatto che questa terminologia di "cambiare l'Italia " o " rialzare l'Italia " ad ogni mutamento della maggioranza politica mi infastidisce non poco. Sono anni che ci riempiamo le orecchie con parole magiche come riforme, modernizzazione , cambiamenti radicali. Purtroppo il più delle volte ci si limita solo a mere enunciazioni di principio a cui non seguono riscontri fattuali . E poco importa se oggetto della auspicata riforma è proprio il lavoro fatto dalle stesse forze politiche sino a ieri o massimo all'altro ieri ( par condicio ) . Personalmente non credo nella memoria dei partiti e tantomeno nella loro coerenza. In caso contrario infatti dovremmo assistere innanzi tutto ad un me culpa collettivo sul passato ( non esaltante per nessuno ) . Forse allora sarei più propenso a credere nel futuro. Ma si sa , io ragiono da conservatore e preferirei di gran lunga significativi aggiustamenti a grandi quanto improbabili rivoluzioni ( anche perchè quelle che ci sono state veramente non è che abbiano fatto un gran bene ).


Veniamo al dunque. Analizziamo nel dettaglio la piattaforma programmatica del PD:






  • Modernizzare l'Italia.


W.W. propone una grande offensiva infrastrutturale che sia in grado di adeguare agli standard europei il nostro sistema dei trasporti . Per far questo ha pensato di semplificare l'iter delle autorizzazioni riducendo i vari passaggi. In sintesi attenuando se non addirittura cancellando l'oggettivo diritto di veto posto dalle varie comunità locali. Giusto . Giustissimo se non fosse che appena 24 mesi orsono il presidente del suo partito ( che immagino abbia collaborato alla stesura del programma ) affermava , in occasione della tanto discussa Tav , che nessuna opera può esser realizzata senza il coivolgimento delle genti del territorio.





  • Crescita del mezzogiorno , crescita dell'Italia.


Anche qui si pone l'accento sulle infrastrutture con particolare riferimento alla Sicilia. Questa deve diventare " la naturale piattaforma logistica per gli scambi ...". E poco importa se un Tir proveniente da Milano arrivato a Villa San Givanni deve attendere un'ora e mezzo o due per attraversare lo stretto in barca ( come si faceva duemila anni fa ) . Nella precedente campagna elettorale hanno pagato un prezzo esoso ai fondamentalisti verdi promettendo la cancellazione del ponte sullo stretto. Scommetto che oggi , se potessero , tornerebbero indietro.





  • Controllo della spesa pubblica.


Riqualificazione e riduzione della spesa pubblica . In sintesi potenzieranno la spesa sociale ( davvero dequalificata ed assistenzialista , qui hanno ragione ) e ridurranno i costi della burocrazia. Mi chiedo : ma ne hanno parlato ai loro maggiori sponsor cioè CGL CISL UIL ?



Oppure in fase di gestione , quando la campagna elettorale sarà solo un ricordo , si sacrificherà questa promessa sull'altare della concertazione tra le parti sociali ?





  • Pagare meno pagare tutti.


Il paragrafo parte con una premessa : il carico fiscale dei lavoratori dipendenti e di quelli autonomi è davvero alto. Di quello che pagano le imprese non si parla. Refuso o reminiscenza ?



Sarebbe sin troppo facile girare il coltello nella piaga ricordando la violenza fiscale subita dai soliti noti ( quelli che le tasse le hanno pagate pure prima ). Ad ogni modo la cura sarebbe la riduzione Irpef per i lavoratori dipendenti. Per gli autonomi , se ho letto bene , nulla.



Ma una sola domanda vorrei porre a Veltroni : nel nuovo governo Visco ci sarà o no ?





  • Investire sul lavoro delle donne.


Qui leggo solo nobili intenzioni e null'altro.





  • Aumentare il numero di case in affitto.


Incremento dell'offerta di case attraverso la costruzione di alloggi ad opera di società a controllo pubblico. Ma non è quello che già fanno gli Iacp con risultati che definire deludenti sarebbe un eufemismo ? Inoltre detrazione di una quota dell'affitto ( massimo 250 euro ) e tassazione ad aliquota fissa dei redditi derivanti da locazione. Da proprietario di case faccio una piccola domanda : e il blocco perpetuo degli sfratti ?





  • Incremento demografico.


Invertire l'attuale trend per mezzo di aiuti fiscali ( dote fiscale ) e la creazione di nuovi asili nido.



Tutto bello . Ma per credeci ci vuole un vero e proprio atto di fede visto che negli scorsi anni le famiglie , specie quelle numerose , hanno visto depauperare il loro reddito anche a causa di una vorace politica fiscale. Ma non solo. I bambini mangiano , si vestono vanno a scuola . In sintesi costano. Quale sarà la politica dei prezzi del governo Veltroni ? La liberalizzazione dell'aspirina ?





  • Scuola , università , ricerca.


Aumentare i campus universitari e migliorare la qualità dell'insegnamento. Nelle scuole pubbliche presumo. Già perchè le private vanno già bene . Tanto bene da indurre :



Francesco Rutelli



Claudi Veraldi



Marco Follini



Giovanna Melandri



Anna Finocchiaro



Fausto Bertinotti ( avete letto bene Fausto Bertinotti )



ad iscrivere i loro figli o nipoti a costosissime scuole private ( fonte Panorama ).



La scuola pubblica va bene per tutti gli altri !





  • Lotta alla precarietà , migliore qualità del lavoro e più sicurezza.


In questo caso non devo dire nulla. Ichino ha già detto tutto.





  • Garantire la sicurezza .


Certezza della pena e carcere . Non ho letto nulla di pene alternative . In questo caso W.W. è troppo di destra ...anche per un conservatore liberale come me.





  • Giustizia e legalità.


Codice etico all'interno del PD , niente candidature per chi si è macchiato di gravi reati . Ma l'etica non è sempre sovrapponibile alla norma giuridica. Allora mi domando : chi si è macchaito di una gravissima responsabilità come quella di lasciar marcire la campania sotto tonnellate di rifiuti sarà candidato o no ?



Accelerazione dei processi e riforma dell'utilizzo delle intercettazioni . Della responsabilità per dolo o colpa grave del singolo magistrato non si parla. Dimenticavo , con Di Pietro ai remi non sarebbe facile.





  • Banda larga in tutta l'Italia e TV di qualità.


In quest'ultimo caso è opportuno che Di Pietro e Veltroni si chiariscano. Poi se ne riparlerà.





Nicola De Silla



Nessun commento: