Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

martedì 15 aprile 2008

Nessuna attenuante.


Il paese ha scelto ancora una volta ed in modo inequivocabile . Vince il PDL ed i suoi alleati , perde con l'onore delle armi il PD di Veltroni , scompare , per la prima volta nella storia repubblicana , la componente dell'integralismo comunista ed ambientalista ; vengono infrante sulla dura soglia del 2 % le speranze della destra post-fascista. Una piccola rivoluzione nel quadro istituzionale. Ma ciò che davvero rileva , dal mio punto di vista , è la delega piena che gli elettori hanno consegnato a Silvio Berlusconi incoronandolo premier per la terza volta. Personalmente non amo la ressa che si forma attorno al carro del vincitore ; dire "c'ero anch'io " mi sembra oltre che lapalissiano poco dignitoso. Mi scuserete quindi se scavalco a piè pari il coro degli adulatori . Tuttavia una cosa voglio dirla al cavaliere . Adesso che ha incorporato nel suo progetto Fini , adesso che ha ridotto all'impotenza Casini , adesso che ha un rilevante numero di seggi nelle due camere tale da consentirgli piena autonomia ...non potrà più avere attenuanti. Faccia quello per cui è stato scelto , riformi con coraggio il paese a partire dalle libertà economiche e sociali , restituisca l'orgoglio alla nazione . Se tutto ciò non avverrà , non trovi scuse e tragga le giuste conclusioni. Buon lavoro Silvio .
Nicola De Silla

13 commenti:

Anonimo ha detto...

mah, a differenza di quanto sta avvenendo a Mesagne dove la gente sta abbandonando il centrosinistra, a San Donaci il centrodestra ha avuto una legnata tremenda e antistorica.
Quali ragioni?
1) Lasciare tutto in mano ad una ragazzina inesperta, poco comunicativa, che pensa di risolvere i problemi del paese con il Salento for Africa.
2) Affidarsi ad un altro candidato ritenuto una minestra riscaldata.
3) Storicamente a San Donaci il centrosinistra ha 500 elettori in più, il dossettismo ha messo radici profonde, ma il centrodestra non ha lavorato sul territorio per insediare una cultura liberale e recuperare l'elettorato ad iniziare dai giovani, si doveva lavorare in questi 5 anni per recuperarne almeno 300 elettori.
4) La politica viene affidata ai figli di... che pensano sia loro tutto dovuto, invece che creare su basi meritocratiche una nuova classe politica.
5) Un esempio? Il circolo della libertà ha aperto un blog, ma è miseramente vuoto, non doveva essere il "motore" della nuova classe politica?
http://circolidellaliberta-sandonaci.blogspot.com

A San Donaci bisogna uscire dalla vecchia concezione della politica e dalla società clientelare, per dare ognuno il proprio contributo di idee e partecipazione alla vita politica e sociale.

Anonimo ha detto...

Hai scritto "... ha incorporato nel suo progetto Fini , adesso che ha ridotto all'impotenza Casini , adesso che ha un rilevante numero di seggi nelle due camere tale da consentirgli piena autonomia ...non potrà più avere attenuanti.".
A parte la infelice scelta dei verbi "incorporare" e "ridurre all'impotenza", mi sembra che dimentichi completamente la Lega.
Un uomo di destra, meridionale e cultore della storia come affermi di essere, non può tralasciare questo particolare, che per chi è nato ad Arcore è forse una manna, ma per uno che è nato a San Donaci è una iattura.
Su questa e altre contraddizioni (più locali) del PDL si gioca il recupero dei voti e della fiducia degli elettori. Per esempio bisognerebbe raccontare a chiare lettere cosa è successo nell'ultima amministrazione. Perchè una maggioranza partita in 11 si è più volte scomposta e ricomposta? Cosa e perchè due ex della maggioranza sono stati poi candidati dal CS?
La verità paga sempre ...
Ciao

Anonimo ha detto...

Cosa centrano i circoli della libertà, i cui componenti sono passati dalla DC a FI, da FI a UDEUR da UDEUR a … manca solo il S.T.V.P. (o forse non sono bene informato), sempre alla ricerca di un amico “vitale” con la meritocrazia? Ma andassero a lavorare!

Fidel ha detto...

...sono sconcertato davvero...soprattutto da una persona che dice di amare la storia, una persona che ama la poesia. Ma come, i giornali stranieri non li leggete? No vi accorgete che siamo lo zimbello del mondo...un presidente del consiglio iscritto alla massoneria(P2), su cui stava indagando Borsellino(prima che lo ammazzassero)sui suoi agganci con la mafia(infatti poi il fondatore di forza italia, cioè Marcello dell'utri è stato condannato per mafia in primo grado)che ha tre reti televisive(una abusiva, rete4 e la corte europea ha dato come scadenza maggio per risolvere questo ridicolo conflitto d'interessi o gli italiani pagheranno 72 euro al secondo di multa all'UE) che possiede un centinaio di giornali fra quotidiani e periodici, che è alleato di Bossi(Gheddafi ha giàdetto che se Calderoli sarà ministro la Libia si comporterà di conseguenza)e che quindi il voto del 13 e 14 aprile è stato, anche ma non solo, influenzato dalla fabbrica della paura che va in scena ogni giorno in tv e sui giornali(vedi studio aperto). Come fate? Dove cazzo vivete? Uscite mai di casa? uno può essere liberale, democristiano, fascista...ma come fai a votarlo?!?!?!? Dovrete rendere conto alla storia di questo.
Se non credete alle mie parole allora fate una cosa: www.youtube.com lo conoscete?
bene, scrivete "Berluscoi al parlamento europeo" sono varie parti, sono state tutte censurate dai tg nazionali(anche dal rosso Tg3)Potrete vedere cosa pensa di noi il resto dell'europa.




In parlamento è rimasta solo l'UDC (grazie alla sicilia e alla mafia che ha il suo esponente al senato, Cuffaro) che ha una eredità, comunque, che si rifà ai valori della costituzione, per il resto Partito Liberale, repubblicano, comunista e socialista mancano...sostituisce Lega, PDL, PD...stiamo freschi!!!!!
...e mentre il 25 Aprile si festeggia la ricorrenza della liberazione dal fascismo, Berluconi incontra Ciarrapico...e il mondo ci guarda e ride!

Anonimo ha detto...

Qualcuno è abituato a fare osservazioni chiare e, sinceramente, attente.
L'unico dettaglio che le si fanno guardando solo da un parte, quella degli altri. La famosa storia della pagliuzza nell'occhio che non tutti conosceranno ma resta pur sempre efficace.
Di Berlusconi si ride nel Parlamento Europeo (e non solo) ed ha tre televisioni di cui una abusiva ecc.
Io credo che in realtà si rida dell'Italia intera, della sua pochezza politica in generale.
Ma se ci fosse stata da una parte, l'altra, quella dove si trovano i "giusti", qualcosa di serio, saremmo ancora in queste condizioni?
Chi non ha votato Berlusconi per le televisioni e tutto il resto ed ha scelto Veltroni, ha deciso per coloro i quali hanno permesso al primo di essere quello che è.
Insomma siete berlusconiani ed avete pure perso.
Per questo poi Silvio vi chiama coglioni, perchè sa come stanno le cose.
Ma vi ricordate le accuse di Walterino nelle ultime fasi della campagna elettorale: è un imbroglione, siamo quasi pari, tarocca i risultati dei sondaggi... chi è l'imbroglione?
Ora l'impegno del Partito Democratico sarà quello di trovare, fra i milioni di iscritti, un altro zombi alla Prodi, Veltroni o come Rutelli, che è riuscito nell'impresa di perdere a Roma con un cartone animato, per propinarci Berlusconi e C. una ventina di anni ancora.
Io ho votato UDC per non votare i due compari, sarò accusato di essere mafioso?
Sarà, ma non mi sento affatto fesso.

M.P.

Anonimo ha detto...

Se c'è uno al mondo che ha detto più cazzate di Calderoli di sicuro è Gheddafi.
Immagino Veltroni in caso di vittoria, prima di comunicare l'elenco dell'esecutivo al Presidente della Repubblica, riunire il direttivo nazionale del P.D. e fare una telefonata in Libia per chiedere a Gheddafi se i ministri siano tutti di suo gradimento.
Naturalmente al telefono, in Italia, c'è il suo portavoce, quello coi capelli bianchi, paffuto, che sembra una signora e, soprattutto, non capisce una mazza di libico.
L'indomani mattina, nell'insicurezza di essere o meno graditi al colonnello beduino, tutti i candidati ministri, vice, sottosegretari, autisti ecc. avrebbero rassegnato irrevocabili dimissioni (escluso Di Pietro che non capisce una mazza neanche di italiano) per paura di ritorsioni.
Momento di ingovernabilità, stasi totale, paralisi politico-economico-sociale, PIL ai minimi, inflazione al 13%, come ai tempi di Bettino!
forse il numero fortunato, forse il ricordo dell'amico Craxi... la fortuna si sarebbe ricordata delle italiche genti: a risolvere i nostri problemi, per fortuna, ancora lui.
Dalla Libia, Gheddafi, per non interrompere il rapporto diplomatico e di collaborazione con l'Italia, ricordandosi delle belle vacanze trascorse sulla nave alle Tremiti insieme ai suoi compaesani, del missile scherzoso lanciato su Lampedusa, avrebbe chiamato Calderoli ed in lombardo lo avrebbe pregato, usando un'orazione cattolica, di ricoprire un ministero, quello più di suo gradimento.
Per carità Cristiana il Calde avrebbe accettato.
Una volta staccata la linea diplomatica il discorso sarebbe scivolato su toni molto più amichevoli, approfittando, il colonnello avrebbe strappato una promessa al senatore lombardo: un cucciolo di cammello in cambio di 1322 T-shirt con vignetta stampata a caldo.
Per i nipotini, che ne vanno pazzi.
Marco Pecoraro

Anonimo ha detto...

Grande e sana ironia.
Bravo Marco.
e.p.

Anonimo ha detto...

Me chiamo Silvio e scivo dala isola caraibica de CUBA.
Da noi non està democrazia.
La televicione es de un solo ombre e ed anco el jurnal quotediano.
No che un solo ombre detiene el canal dela informacione televiciva e de la carta espampada, no. A Cuba està una sola televicione al bar delo ermano de Fidel e un solo jurnale che se mira a turno. E' stato stampato nel 1953 ma la noticia es sempre nueva perchè la tunazion ce toca ogni sedici annos y quindi non ce la rimembramos dalla vuelta prima.
L'amigo Fidel de suepra se no gusta el pais de la Italia puede venie a Cuba.
Hasta la vista, SILVIO

Anonimo ha detto...

nemmeno "Silvio" scherza.
e.p.

Anonimo ha detto...

A me la nuova giunta sembra l'armata brancaleone.
Ragazzi inesperti con ruoli determinanti possono avere grandi problemi. Speriamo che Serio riesca a guidare questa strana truppa anche se c'è da dire che peggio di come stavamo combinati non si può.
Diamogli del tempo e organizziamoci.
Enzo P.

Anonimo ha detto...

caro Marco
prpoprio da te, che sei impegnato nella beneficenza a quel continente martoriato, qual'è l'Africa, non ti fa onore questo sarcasmo sull'argomento.Dovresti sapere benissimo che il colonnello beduino è mantenuto li da noi occidentali, ma soprattutto da noi italiani. Lo sai che l'Eni ha costruito un gasdotto e diverse raffinerie e che quindi noi italiani sosteniamo la dittatura di gheddafi altrimenti se ci fosse la democrazia e i libici si tenessero il loro gas e petrolio sarebbero loro a fare Libia for Italy?!?!? così come succede in Niger dove le persone bucano le condutture delle raffinerie ENI per vendere il gasolio per poter mangiare, mentre quelle raffinerie portano risorse africane in Italia e profitti a poche persone, non africane...è sempre stato così, quel continente lo abbiamo da sempre violentato e svaligiato, poi dopo animati da spirito cristiano gli facciamo l'elemosina. Forse non avete mai sentito Padre Alex Zanotelli o forse non vi conviene sentirlo a tal proposito.
Continua fare quello che fai che è una cosa bella Marco, ma apri gli occhi sul mondo. Il neoliberismo, che da quanto ho capito è la corrente che va per la maggiore, non è animato da spirito cristiano ma da spirito del profitto e individualista, genera squilibri e guerre.

Anonimo ha detto...

L'ironia era riferita a quanto scritto dall'amico di prima, per sorridere.
Non penso che si debbano chiedere pareri in giro perchè noi italiani sappiamo sbagliare da soli, questo era il sunto.
Io ho incontrato Zanotelli a Korogocho nell'89 ed in altre situazioni in Italia.
Non so se sei a conoscenza che tuttora nella baraccopoli situata a est di Nairobi, ci sono due missionari italiani (uno pugliese) che attuano con il medesimo impegno e rischio le stesse attività svolte a suo tempo da padre Alex, e con altrettanti splendidi risultati.
Di queste due persone, però, non conosci i nomi perchè hanno scelto un altro modo di lavorare: senza risonanza e non scrivendo sul Manifesto.
Per carità, nulla da dire sulla scelta di P. Zanotelli.
Hai ragione quando dici che devo aprire gli occhi ancora su tanta parte del mondo, ma dimostri di apprezzare quel che faccio con la mia Associazione.
Se sei convinto di quello che dici puoi darci una mano ed insieme, forse, faremo qualche errore in meno.
Un'ultima cosa: noi non andiamo in Africa per fare l'elemosina ma per chiederla.
Marco
Marco

Anonimo ha detto...

Ma con il gas libico scaldi l'acqua per la doccia, i caloriferi di casa e cucini anche tu.
E' semplice parlare stando comodamente a casa citando ora uno, ora l'altro asseconda della convenienza.
Bisogna scendere dal pulpito e sporcarsi le mani in prima persona una volta per tutte senza dover cercare sempre pretesti per pontificare e contestualmente trovarsi la scusa per restare a guardare e rompere le scatole a destra e a manca.
Caro amico se tu sai quello che dice Zanotelli, se l conosci così profondamente da citarlo sai pure che è uno che agisce in prima persona. Bene, quando pensi di cominciare a farlo anche tu?
Marco poi ci farà sapere cosa hai fatto di conceto, o faccelo sapere tu se hai già operato e non ce ne siamo accorti distratti da tutte queste attività volte a salvare gli altri tente a San Donaci nell'ultimo decennio.
e.p.