Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

sabato 14 giugno 2008

Fusione per incorporazione.


Chiunque mastichi un po di diritto societario conosce bene la natura dell'istituto mediante il quale una società , di solito la più grande , assorbe la più piccola la quale si estingue in essa. E' quello che rischia di accadere nell'operazione PDL tra F.I. incorporante e A.N. purtroppo incorporata.
Proprio oggi abbiamo letto sulla stampa del maldestro tentativo del coordinatore nazionale azzurro di dettare autonomamente tempi e modi della nascita del partito unico. Senza tener conto di un legittimo confronto che dovrebbe nascere con gli altri costituenti e non mi riferisco solo ad A.N. ma anche a tutti gli altri partiti e movimenti coinvolti. Il Popolo delle Libertà ci era stato presentato come un fenomeno politico unitario che attraverso un processo democratico avrebbe fuso le varie sensibilità politiche del centro destra che , almeno per certi aspetti , sono abbastanza differenti.
Il sottoscritto ha sempre mantenuto un relativo grado di scetticismo tanto da inviare una lettera al Corriere della Sera nella quale focalizzava l'attenzione su alcuni punti non del tutto chiari ( http://nicoladesilla.blogspot.com/2008/02/dubbi.html ) . A distanza di pochi mesi debbo tuttavia constatare che le mie perplessità non erano poi così peregrine. Infatti vi è in atto a tutti i livelli un tentativo di fagocitare le forze intermedie celando sotto le blandizie del partito unico una vera e propria acquisizione . E' inutile dire quanto sia velleitaria tale operazione ; la quale se messa in atto ( ed io mi auguro di sbagliare ) potrà probabilmente interessare la maggioranza della classe dirigente dei singoli partiti , ma difficilmente includerà tutto l'elettorato dell'area . Perché ciò avvenga occorre che il metodo di coinvolgimento presenti tre caratteristiche fondamentali : la totalità , la qualità e la gradualità. Sarà necessario riferirsi alla base attraverso un coinvolgimento che parta dal basso e non dai vertici ; ci dovrà essere un serio confronto sul tema dei valori e non solo delle poltrone prendendo ad esempio il metodo Fiuggi una delle operazioni politiche più brillanti mai attuate dalla destra italiana ; occorrerà che tale processo proprio perché lungo e complicato abbia se non delle posizioni intermedie , quantomeno una tempistica adeguata scevra dai condizionamenti delle future scadenze elettorali. In caso contrario tra PDL e PD ci saranno solo due differenze : una consonante in più ed una sconfitta politica futura certa e solo differita.
Nicola De Silla

Nessun commento: