Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

mercoledì 6 agosto 2008

Festa


Cos'è una festa patronale ?
E' lo scintillio delle luci
il suono della banda
il caldo opprimente che fa sudare i corpi vestiti degli abiti migliori
il profumo delle mandorle tostate e dello zucchero a velo
lo stupore dei bambini allo scoppiare dei fuochi d'artificio
il saluto di paesani che non vedevi da tempo
la commossa devozione all'uscita della processione
la parentesi aperta sui nostri problemi quotidiani.
Ma la festa patronale è molto di più.
E' la matrice della nostra cultura
è quel filo pur esile che ci tiene uniti
vecchi , giovani , lontani e vicini
e tutti ci accomuna
ed a tutti indica un comune denominatore
la stessa vecchia vecchissima radice
da cui i nostri cuori distratti e stanchi suggono ancora
lo spirito identitario che la tradizione conserva.
Nicola De Silla

Nessun commento: