Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

venerdì 5 dicembre 2008

ALLEANZA NELLE CITTA'



Ieri sera sono stato invitato dal senatore Curto a tenere un pubblico intervento in occasione della presentazione della nascita del nuovo soggetto politico -culturale denominato Alleanza nelle Città. C'è stata grande partecipazione ; nella salone di Casa Resta a Francavilla infatti c'erano più di seicento persone (approssimate per difetto ve lo assicuro ) . Ma più ancora della massiccia presenza di pubblico ho notato una grande voglia di riscatto , di nuova intrapresa. Un entusiasmo legato alla volontà di ripartire lì da dove gli apparati hanno deciso di chiudere. Ma cos'è Alleanza nelle Città ? Sostanzialmente un'associazione politica che raggruppa in provincia di Brindisi tutti coloro che non accettano metodi , sistemi e comportamenti posti alla base della nascita del PDL. Non è che si voglia contestare l'idea di unificazione del centro destra , semmai la gestione del processo , le degenerazioni in atto , le aberrazioni compiute da nuovi e vecchi signorotti della politica territoriale ancora inebriati dai postumi della sbornia elettorale al punto da sentirsi imperituri. Così ciechi ed egocentrici da non capire che i successi non si consolidano con le esclusioni bensì attraverso il dialogo e la partecipazione diffusa. Probabilmente molti non saranno daccordo con questa analisi . Il tempo sarà arbitro , verificheremo a partire dalle elezioni comunali di Francavilla per finire a quelle provinciali . Intanto il battesimo di ieri ha piantato un seme che potrebbe si marcire , ma potrebbe anche germogliare ed estendersi ben oltre i confini della nostra piccola provincia , in quanto sarebbe davvero riduttivo supporre che l'operazione PDL soddisfi tutti , proprio tutti gli elettori di A.N. Staremo a vedere.




Nicola De Silla

martedì 2 dicembre 2008

Chi sei.


Chi sei tu per ridere dei sentimenti

per scherzare delle emozioni

per canzonare la verità.


Chi sei tu per prendere tutto alla leggera

per pensare che la tua vita sia ormai un monolite

che il ricordo delle tue disgrazie

sia l'unico antidoto per non riceverne altre.


Chi sei tu che dileggi la sensibilità

confondi il riso con la felicità

e credi che passando leggeri sull'esistenza

essa sia più sopportabile.


Chi sei tu che pensi di non poter esser migliore

che rinunci alla ricerca per paura di cosa ci sia alla meta

che accetti il rischio di passare per stupido

perché hai paura della tua intelligenza.


Chi sei tu che fai tanto male a te stesso

da celare sotto una cappa di ilarità la tua vera natura

che non hai il coraggio di guardarti l'anima

che sei incapace di affrontare i tuoi fantasmi.


Chi sei tu che non comprendi

che l'aggressività è compagna della debolezza

e la serenità della forza.


Chi sei tu chiuso nel tuo formidabile castello di incertezze

fatto di vere lacrime e apparente indifferenza.


Chi potrai diventare tu se non ti chiedi , ora , chi sei.



Nicola De Silla

lunedì 1 dicembre 2008

La cambiale all'incasso.


E' il caso di dire che tutte le cambiali vanno all'incasso. Credevo , per la verità, che quella elettorale del PD avesse una scadenza più lunga ma mi sbagliavo. Ho appreso infatti con serafico disincanto che il sindaco Serio ha corso il rischio di vedersi spodestato a pochi mesi dalla sua elezione ad opera dei consiglieri "rossi" del suo stesso partito. Certo nemmeno lui può dirsi veramente stupito in quanto sufficientemente e preventivamente avvertito della pericolosità dei soggetti con cui si era legato. Sapeva infatti di dover ,prima o poi ,onorare un debito impinguato da interessi da usura nei confronti di colui il quale lo aveva aiutato evidentemente non per gratuità. E questo è solo l'inizio di una lunga e tormentata battaglia intestina che si trascinerà avanti nel tempo sino alla capitolazione del primo cittadino o alla resa incondizionata alla sua ingombrante ombra. E' una storia che abbiamo già visto con pedine differenti ma con lo stesso occulto regista. Il sindaco Gagliani vi ricorda qualcosa ? L'ombra non accetta leadership diverse dalla sua e , pur non disponendo che di una sempre più ridotta manciata di voti , conserva l'abilità nella trama , nel sotterfugio, nel complotto , a cui va detto si aggiunge una buona dose di stupidità altrui. Al sindaco Serio va dato il merito di aver condotto una discreta campagna elettorale che tuttavia ha vinto soprattutto grazie alla profonda debolezza dei suoi avversari . Adesso ha davanti a se due strade . La più facile consiste nel porgere remissivo il collo all'ombra affinché possa infilare il suo saldo collare. La più difficile , ma anche l'unica onorevole , è quella di ricordare innanzi tutto a se stesso e poi a tutti che è lui l'unico sindaco eletto democraticamente dai cittadini i quali alle ombre preferiscono il sole , perché c'è più luce e si vede chiaro là dove altri vorrebbero che non si guardasse proprio. Non importa se corre qualche rischio , le elezioni anticipate , lo rassicuriamo , fanno più paura a chi i voti non ce li ha . Capiremo quale via ha intrapreso non appena conosceremo i vincitori di questi benedetti-maledetti concorsi.


Nicola De Silla