Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

mercoledì 8 aprile 2009

Quando la nave affonda i topi sono i primi a scappare.


Mi ero proposto di non scrivere di politica locale almeno durante questa Settimana Santa per non avvelenare un clima che invece dovrebbe essere tutto proteso alla spiritualità ed alla meditazione. Tuttavia notizie dell'ultima ora mi hanno convinto a fare un'eccezione . E' proprio vero che grandi e piccoli professionisti della politica fiutano il vento della vittoria e lo seguono pronti a sacrificare ad essa la loro precaria coerenza. Credo di dover precisare che in questo caso il termine professionisti della politica sia usato in maniera impropria. Mi riferisco infatti non a quei soggetti che hanno fatto di quest'ultima una seria professione e che rispettano un codice deontologico rigoroso , bensì a coloro i quali hanno scambiato l'arte della rappresentanza pubblica per un mestiere , una sorta di mezzo per sbarcare il lunario , tirare a campare . Fonti ben accreditate mi hanno informato che alcuni uomini del nuovo PDL che sino alla settimana scorsa osannavano il percorso berlusconiano decantandolo come l'unico possibile , tanto che per esso avevano abbandonato i loro precedenti accasamenti , ora ci ripensano e tentano di riciclarsi nuovamente nei vecchi schieramenti proponendosi ( o facendosi proporre da servi sciocchi lasciati a guardia del fortilizio ) come ottimi candidati per il consiglio provinciale. Altri ancora riscoprono una passione dell'ultima ora per il neo meridionalismo interpretato dalla senatrice Poli Bortone e , col sostegno di gerontosauri della politica sandonacese abbandonano i patri lidi senza tanti rammarichi. Non ho interrogativi da soddisfare riguardo al gesto. Conosco benissimo gli uomini e forse mi sarei meravigliato del contrario , ma vorrei sapere dov'erano costoro quando perplessità di forme e contenuti riguardanti il PDL venivano palesate da altri ? Forse a tentare di capire chi avrebbe vinto le elezioni provinciali ?

Nicola De Silla


P.S. Anche in questo caso sarò lieto di ospitare eventuali smentite.

Nessun commento: