Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

lunedì 21 dicembre 2009

Inquietudine.


Scrivo sul ghiaccio parole incomprensibili
parto infelice di un'angoscia la cui fine non vedo.

La mia inquietudine mi attanaglia, compio respiri corti
agogno la pace ridotta ad un lontano lumicino che non si avvicina
non si ingrandisce , non illumina la mia stanca anima.

E' pari ad un miraggio d'acqua nel deserto
al sogno di lauti banchetti compiuto da un affamato
alla visione effimera della donna di un amore non ricambiato.

La desidero più di ogni altra cosa
ma non c'è.
Mi dico : arriverà domani !
Ma simile ad un viaggiatore deluso
aspetto il ritorno di un passeggero che invece non torna.

Rimando ancora
con il viso raccolto tra le mie mani disperate
ed un urlo silenzioso il cui suono solo a me è noto.

Nicola De Silla