Barbagli d'intelletto.

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste la sbattano nella
cantina dell’arrendevolezza.
Stai in guardia.Ci sono delle uscite.Da qualche
parte c’è luce.
Forse non sarà una gran luce ma la vince sulle
tenebre.
Stai in guardia.Gli dei ti offriranno delle occasioni.Riconoscile,
afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in
vita, qualche volta.
E più impari a farlo di frequente, più luce ci
sarà.
La tua vita è la tua vita.Sappilo finché ce l’hai.
Tu sei
meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski "Il cuore che ride. "

martedì 23 marzo 2010

Intervento di Marcello taurino.


Ho ricevuto una e-mail dal dr. Marcello Taurino con richiesta di pubblicazione. E' superfluo ribadire che ogni contributo di idee , purché garbato e non offensivo , troverà ospitalità in questa piazza virtuale.


Voglio innanzitutto esprimere un pensiero. Ritengo che, oramai a due
anni dalle elezioni comunali, sia totalmente inutile e improduttivo
continuare ad attribuire ancora responsabilità ad una amministrazione
non più in carica e ritengo ancora più inutile rimarcare dissidi
personali dopo che il gruppo di Nicola de Silla era stato, dall'allora
segretario del PD e dall'attuale Sindaco, insieme al sottoscritto
ed a d altri, contattato per fare un'unica lista per il bene del paese.
Sarebbe ora che l'attuale amministrazione comunale prendesse coscienza
del proprio esistere e si assumesse a pieno tutte le responsabilità
amministrative che hanno costituito la ragione della sua elezione.
C'è poco spazio qui per la poesia...Una buona amministrazione
acomunale non può continuare ad attribuire colpe, errori, inefficienze
alla passata poichè il suo compito fondamentale è oggi quello di
programmare e realizzare.Sentire sempre dire che si sta "aggiustando
il passato", dopo due anni, credo che non onori nessuno e si offenda
la dignità dei cittadini e dei politici perchè si sa che non è così.
Entrando nel merito del discorso fotovoltaico, penso che ancora
una volta il problema sia politico.Non comprendo innanzitutto come
mai gli stessi soggetti che oggi sono divenuti maggioranza,
non molto tempo fa erano accesi sostenitori della tesi secondo cui,
la eccessiva proliferazione di pale eoliche e tutto ciò che riguardava
energia alternativa, andava guardata con sfavore a causa dell'impatto
ambientale, a causa della violenza operata sui nostri terreni,
pubblicando manifesti con foto del presunto scempio che si andava
delineando.E l'attuale assessore alle attività produttive e all'energia
alternativa era uno di quei protagonisti delle iniziative a tutela del territorio.Oggi si parla pochissimo di quest0argomento che, in campagna elettorale,era divenuto la bandiera in negativo della vecchia
amministrazione e che l'attuale avrebbe dovuto rivedere il tutto.
Dico questo perchè è sotto gli occhi di tutti lo scempio che si sta
realizzando con il quotidiano sorgere di impianti fotovoltaici.
Innanzitutto si sta svendendo a società, anche straniere, il nostro
territorio e non solo terreni incolti e pietrosi, ma anche terreni
fertilissimi adibiti sin pochi anni fa a colture fondamentali per
la nostra agricoltura. In secondo luogo si stanno gettando le basi
per un nuovo fenomeno di latifondo: fra dieci anni avremo sul nostro
territorio la presenza di società proprietarie di migliaia di
ettari di terreno. Ch detterà le regole? chi saranno i nuovi padroni
della terra sandonacese e salentina? Non dicevano il sindaco e l'attuale
assessore alle attività produttive che avrebbero favorito e tutelato
l'agricoltura di Sandonaci?Bene non sono quelli i terreni, come in via San Pancrazio, da consegnare in pasto alle società assetate del nuovo business.
In ultimo va detto che effettivamente si sta togliendo al paese una
delle viste più belle del nostro paesaggio.Ciò che io dico ora, è
quanto già sostenuto dal vecchio gruppo consiliare di opposizione
nella persona di Liliana Fina, la quale aveva le stesse perplessità
che io manifestavo prima come consigliere di opposizione
ed oggi come semplice cittadino.Ricordo male o la sig.ra Liliana Fina
appartiene al gruppo dell'attuale Sindaco il quale ha sempre
annunciato di voler coinvolgere tutta la cittadinanza sull'argomento
fotovoltaico prima di qualunque iniziativa? Oggi,perchè di tutto
quello fatto dalla vecchia amministrazione non vale niente e va
tutto revocato tranne le iniziative sulle energie rinnovabili?
Perchè questo improvviso e quanto mai sorprendente silenzio?
Caro Nicola non capisco perchè tanto astio del Sindaco nei tuoi
confronti in considerazione del fatto che quest'ultimo avrebbe
dovuto vedere di buon occhio il Tuo intervento sulla questione
e visto che un problema sollevato da un cittadino dovrebbe essere
accolto e trattato da un sindaco con più pacatezza; bene ha fatto
il Sindaco a dare risposte tecniche ma ai cittadini di
Sandonaci interessano solo i fatti (pochi) e non i personalismi
che purtroppo pervadono sempre gli interventi del primo cittadino.
Pensavo che quando il sindaco parlava della tutela del territorio
in campagna elettorale e considerata la sua qualifica di dottore
in agraria, fosse davvero animato dallo spirito di arrestare tale
fenomeno a protezione della terra sandonacese. Vedo oggi che così
non è, e che nessun atto di coinvolgimento forte dei cittadini è
stato messo in campo. Debbo invece registrare un assoluto silenzio
sulla questione e un grande matrimonio di idee con la vecchia
amministrazione Presta - Lolli.A proposito: ha deciso questa
amministrazione cosa fare della vasca per la raccolta delle
acque reflue in zona Paduli dopo i vari milioni di euro
stanziati dai POR?
MARCELLO TAURINO

Nessun commento: